Gioia e calore alla nostra comunità in nome di Stefano Fumaruolo

Ieri sono arrivate colombe e uova pasquali a Casa Sankara per tutti i nostri ospiti.

A farcene dono è stata Maria Luisa, la madre di Stefano Fumarulo, dirigente regionale impegnato nel settore delle politiche per le migrazioni e dell’antimafia sociale, prematuramente scomparso nel 2017 a soli 38 anni. Per noi è stato il principale punto di riferimento nell’avvio di questa nostra avventura, un vero amico, che ha creduto sin da subito in Casa Sankara. Per questo lui è e sarà sempre con noi.

Dopo la sua morte la sua famiglia ci è stata accanto e anche oggi, sua madre, continua a portare gioia e calore alla nostra comunità.

500 grazie da parte di tutti noi! ❤❤❤

Questa è la lapide commemorativa che abbiamo posato qualche anno fa nel piazzale della foresteria di Casa Sankara in omaggio a Stefano Fumarulo. Sotto il suo ritratto si legge questa frase che lui diceva sempre: “Dovete essere protagonisti. Create associazioni e cooperative. Prendete il vostro avvenire in mano e abbiate il coraggio di sognare. Questo è l’unico modo per combattere il caporalato